Tipo di Aeratore

 

 

Tipo di aeratore Caratteristiche Processi di applicazione Vantaggi Svantaggi Rendimento nel trasferimento dell’ossigeno in condizioni <<standard>> (*) (kg O2/kWh assorbito)
Aerazione ad aria insufflata

A)     Aerazione a bolle

Diffusore poroso

Produce bolle fine-medie. Costruito con cupole, piastre, tubi ceramaci o tubi con guaina in tessuto plastico Fanghi attivi in genere Buona miscelazione – Mantiene la temperatura – La portata d’aria variabile consente una buona elasticita’operativa Elevato costo iniziale e di manutenzione. Necessita’di adozione di filtri dell’aria. Il moto a spirale condiziona la forma delle vasche 1,10 – 1,50
Diffusore NON poroso Fatto con ugelli, valvole, orifizi..producono bolle grosse. Alcuni in plastica con valvola di ritengo Fanghi attivi in genere Tipo non intasabile – Mantiene la temperatura , Basso costo di manutenzione Elevato costo iniziale, Basso rendimento nel trasferimento dell’ossigeno. Non del tutto esente da intasamenti 0,75 – 1,10
B)      Tubolare Una miscela aria – acqua e’forzata attraverso un cilindro verticale contenente elementi per la miscelazione statica Prevalentemente per applicazioni in stagni aerati Economicamente interessante – Limitata manutenzione – Elevati rendimenti nel trasferimento dell’ossigeno – Adatto per applicazioni in stagni aerati Discutibile la capacita’di miscelare completamente il contenuto del reattore – Non comprovata la possibilta’di applicazione su sistemi biologici ad alto carico 1,10 – 1,60
C)      A getto Aria compressa e liquido pompato sono violentemente miscelati in un ugello e quindi immessi nella vasca di aerazione Come per l’aerazione a bolle Adatto per vasche profonde – Costo limitato Condizionato dalla forma vasche – Possibilità d’intasamento dell’ugello – Necessità di compressore d’aria e di pompa – È richiesto il trattamento primario 1,50 – 2,20
Aerazione meccanica

A)     Flusso radiale, bassa velocitá (tipo <<lento>>)

Turbina a bassa velocità di grande diametro, galleggiante o montata su ponte o piattaforma fissa – Dotata di riduttore Come per l’aerazione a bolle Flessibilità nella progettazione delle vasche – Elevata capacità di pompaggio Possibilità di gelo in climi freddi – Costo iniziale più elevato che con aeratori ad alta velocità – Il riduttore di giri può determinare problemi di manutenzione 1,20 – 2,80
B)      Flusso assiale, alta velocità (tipo <<veloce>>) Turbina ad alta velocità di piccolo diametro, direttamente accoppiata al motore, di tipo galleggiante Stagni aerati e post-aerazione Basso costo iniziale – Facile adattabilità a livelli liquidi variabili – Elasticità di esercizio Possibilità  di gelo in climi freddi – Difficile accessibilità per le manutenzioni – La capacità di miscelazione può risultare inadeguata 1,25 – 1,50
C)      A spazzole rotanti Macchina a bassa velocità – Dotata di riduttore Fosse di ossidazione, fanghi attivi in genere Costo iniziale contenuto – Buona accessibilità per le manutenzioni Soggetto a fattori variabili in fase di esercizio che possono incidere sul rendimento – Condizionato dalla forma delle vasche 1,50 – 2,20
Aerazione ad aria insufflata e turbina sommersa

 

Le unità sono provviste di una turbina sommersa a bassa velocità e di aria compressa immessa da un anello diffusore o da una tubazione forata – Applicazioni Come per l’aerazione a bolle Nessun problema per gelo o spruzzi – Buona capacità di ossigenazione per unità di volume – Possibilità di applicazione su vasche profonde – Elasticità di esercizio È richiesto sia il riduttore di giri che il compressore d’aria – Elevate richieste complessive di potenza – Costo alto 1,05 – 1,55

(*) Le condizioni <<standard>> di riferimento sono quello usuali, e cioè concentrazione di ossigeno disciolto = 0 mg/l, temperatura 20°C, pressione = 760 mmHg, acqua pulita. (Source –  Depurazione Delle Acque, Luigi Mascotti)